sbandieratore

I leggendari sbandieratori

“Fahnen voraus!” , ossia “ le bandiere avanti!” è il motto degli sbandieratori.
Gli sbandieratori della banda della fanfara “Ottheinrich” possiedono otto bandiere piccole e cinque bandiere grandi; quelle grandi vengono sventolate, mentre quelle piccole vengono lanciate.

Le piccole bandiere
Le bandiere dell’ “Ottheinrich” sono autentiche grazie all’attenta scelta dei materiali e al modo con cui queste sono state realizzate.
La stoffa delle piccole bandiere è 1,35mx1,35m, mentre l’asta, è lunga 1,80m; questa è realizzata in legno con l’impugnatura rafforzata in ferro per garantire alla bandiera di raggiungere una maggiore altezza e una maggiore stabilità nel momento in cui viene lanciata.
La stoffa è decorata da entrambi i lati ed è fissata all’asta di legno tramite delle strisce di pelle.
Gli stemmi rappresentati sono solitamente dei modelli storici.
Noi siamo molto orgogliosi di avere nel nostro team l’artista Irene Schleer, che con la tecnica batik, completa e definisce gli stemmi delle bandiere.

Diversi sono gli stemmi raffigurati:
Lo stemma di Neuburg Pfalz del 1506 (Castello di Neuburg con i cavalieri e i leoni)
Lo stemma della dinastia Wittelsbacher del XIV secolo (leoni e rombi)
Lo stemma dei leoni del 1214 (leoni della dinastia di Wittelsbacher)
Lo stemma di Neuburg Pfalz del 1557 (leoni blu con il cuore sullo stemma dei Wittelsbacher)
Lo stemma di Neuburg Pfalz del 1609 (diversi stemmi)
Lo stemma della liberazione della Bavaria del 1950.

Le grandi bandiere
La stoffa delle grandi bandiere è 2mx2m, mentre l’asta, in legno, è lunga 2,60m. La stoffa utilizzata è il cotone, il quale viene ricamato.

Due delle grandi bandiere rappresentano lo stemma della dinastia dei Wittelsbacher del XIV secolo (leoni e rombi), altre due lo stemma dei leoni della dinastia dei Wittelsbacher, e una lo stemma della città.

Il gruppo
Attualmente il gruppo comprende tredici sbandieratori. Una volta alla settimana, otto di questi si allenano a sventolare le bandiere, mentre tutti gli altri si allenano a lanciarle. Durante l’allenamento fanno da 80 a 150 lanci. La bandiera viene lanciata ad un’altezza di circa cinque metri o addirittura di otto. Per poter lanciare le piccole bandiere bisogna avere destrezza e abilità, ma soprattutto concentrazione e nervi saldi!
Un errore nella serie di lanci provoca delle conseguenze, nel corso dello spettacolo, chiaramente visibili a tutti e influenza, purtroppo,negativamente la riuscita di tutto.
Per poter sventolare, invece, le grandi bandiere bisogna avere molta forza nei muscoli e stabilità nel reggere la pesante asta di legno.
I costumi degli sbandieratori si distinguono da quelli dei tamburellisti e da quelli dei suonatori di strumenti a fiato, per il colore del tessuto. Mentre precedentemente i vestiti degli sbandieratori erano variopinti, attualmente sono soltanto gialli e neri. I membri del nostro gruppo di sbandieratori sono gli unici tra gli altri che possono arricchire i loro costumi con fazzoletti o corde.

Il repertorio
Ricostruito su 28 lanci diversi furono composti sei pezzi per coloro che sventolano le grandi bandiere e nove pezzi per coloro che lanciano le piccole bandiere.
Il pezzo più bello del repertorio è quello dedicato alla dinastia dei Wittelsbacher. Durante questo pezzo, le bandiere vengono lanciate e sventolate con sincronia e seguendo un ordine ben preciso.
Con questo pezzo, inoltre, il gruppo degli sbandieratori dell’ “Ottheinrich” ha partecipato al Campionato degli sbandieratori del 1994, vincendo il terzo posto per la disciplina, la sincronia e le magnifiche acrobazie

di gruppo.
Due anni dopo ha vinto il quarto posto nella categoria acrobatica.

31/03/2009

Herbert Weidner, direttore del gruppo degli sbandieratori